Home / Appuntamenti del 2009 / Edizioni precedenti / Approfondimenti / Relatori / Iniziative / NEWS /
Appuntamenti del 2009
 

 

Per informazioni sul programma:
Alice Ceriati

E-Mail di riferimento

 
 
IL MISTERO DI TUNGUSKA: UN SECOLO PIU' TARDI

La catastrofe del 1908: 80 milioni di alberi abbattuti, nessun cratere, nessun frammento.
Cento anni di ricerche, le spedizioni e le riprese aeree 

Ipotesi formulate: ira del dio Ogdy, annichilazione di un pezzo di antimateria, reazioni di fusione di materiale cometario, materiale fissile extraterrestre, micro buco nero, astronave aliena, esplosione gas e numerose altre... 
Ipotesi più probabile: impatto con l'atmosfera di un asteroide o del nucleo di una cometa
Le spedizioni del gruppo di Bologna: 1991, 1998, 1999, 2002, 2008, 2009
Una nuova ipotesi: il bolide di Tunguska si è spezzato in più parti; l’esplosione del frammento principale ha causato le note devastazioni, mentre un frammento secondario ha causato la formazione di un cratere che oggi contiene il lago Cheko
Proposte per una prossima spedizione alla ricerca del frammento sepolto sotto il fondo del lago Cheko. 

 


Data di creazione: 29/10/2009
Data di modifica: 29/10/2009
versione stampabile


» Il curriculum del Prof.Giuseppe Longo
» Tunguska
la pagina dell'Università di Bologna dedicata al mistero di Tunguska

Scientiae Munus è un'iniziativa promossa dall'Amministrazione Provinciale di Parma, dal Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Parma in collaborazione con LTT-Laboratorio di Telematica per il Territorio- TV Parma
Si ringraziano l' Istituzione Casa della Musica e Banca del Monte S.p.A. Per informazioni su Scientiae Munus LTT- 0521- 206030 Alice Ceriati e-mail: alice.ceriati@ltt.it
Home | Appuntamenti del 2009 | Edizioni precedenti | Approfondimenti | Relatori | Iniziative | NEWS |